La Via Lattea è più leggera di quanto previsto: lo indica la prima misura precisa della massa della nostra galassia eseguita dai ricercatori dell'università scozzese di Edinburgo.
Lo studio, pubblicato sulla rivista Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, dimostra che la Via Lattea ha una massa che è addirittura la metà rispetto alla vicina Andromeda, che ha più o meno struttura e dimensioni simili.
La massa in eccesso di Andromeda potrebbe essere dovuta alla materia oscura, ovvero quella misteriosa materia invisibile che costituisce il 25% dell'universo. Sarebbe questa materia sfuggente a costituire gran parte delle regioni più esterne delle galassie.
Secondo le stime dei ricercatori, Andromeda contiene il doppio della materia oscura della Via Lattea, e per questo motivo sarebbe due volte più "pesante".
Il coordinatore delle ricerche, Jorge Penarrubia, afferma che: "abbiamo sempre sospettato che Andromeda fosse più massiccia della Via Lattea, ma pesare entrambe le galassie simultaneamente è stato molto complicato; per riuscirci abbiamo combinato le più recenti misure sul moto relativo delle due galassie con il più vasto catalogo di galassie vicine mai compilato".
Questo studio è il primo a rivelare il "peso" totale delle galassie misurando non solo la massa contenuta nelle regioni più interne, ma anche la massa della materia invisibile che si trova nelle regioni più esterne.
Secondo le stime degli astrofisici, il 90% della materia di entrambe le galassie è invisibile.
I risultati della ricerca aiuteranno a fare luce sulla struttura delle regioni più esterne delle galassie.
I dati emersi, inoltre, rappresentano un'ulteriore conferma della teoria dell'espansione dell'universo.
30/07/14

0 commenti: