Un fotogramma del filmato dell'UFO ripreso in Cile nel 2014

Il Cile ha declassificato l’avvistamento di un misterioso oggetto che è stato ripreso per circa 10 minuti dalla telecamera a raggi infrarossi di un elicottero militare, il singolare episodio è stato oggetto di uno studio da parte dell'aviazione civile che però non ha portato ad alcun risultato concreto.
Il 6 gennaio 2017 infatti il Comitato degli Studi sui Fenomeni Aerei Anomali del Cile (CEFAA) ha pubblicato un rapporto che descrive i risultati di un'analisi completa di un misterioso avvistamento UFO avvenuto più di due anni prima.
L'11 novembre 2014 un operatore della telecamera ad infrarossi FLIR montata su un elicottero Airbus Cougar AS-532, in volo di pattugliamento tra le località di San Antonio e Quinteros in Cile, ha rilevato uno strano oggetto volante che ha potuto seguire per circa 10 minuti prima che lo stesso scomparisse tra le nuvole. L'accaduto è stato confermato anche da due ufficiali dell'equipaggio.
In seguito ad ulteriori ricerche da parte di scienziati, analisti e tecnici aeronautici del CEFAA, è emerso che l'UFO, che aveva la forma di un elicottero e che in due occasioni sembrava emettere gas durante il volo, non è stato rilevato dai radar del Control de Tránsito Aéreo o da altri radar in tutto il paese.
Il Comitato, che a sua volta, fa parte della Direzione Generale dell'Aeronautica Civile del Cile, ha catalogato l'oggetto come 'FANI', fenomeno aereo non identificato, l'equivalente dell'italiano OVNI o del ben più noto inglese UFO.
Di seguito il filmato originale dell'oggetto ripreso dalla telecamera ad infrarossi dell'elicottero militare.(fonte)


In realtà però la spiegazione del fenomeno è arrivata qualche giorno dopo la pubblicazione del clamoroso presunto avvistamento: l'11 novembre 2014 l'elicottero della Marina militare cilena ha filmato due aerei di linea con relativa scia di condensazione aerodinamica: un Airbus A340 del volo IB6830, quello maggiormente ripreso e ritenuto un oggetto volante non identificato ed un Airbus A320 del volo LA300, ritenuto erroneamente dal CEFAA lo stesso oggetto non identificato che si ripresentava alla fine del video (fonte).


02/02/17

0 commenti: