Il mosaico esposto al Museo delle Terme di Roma

Gli antichi Romani potrebbero aver scoperto l’America quasi 1400 anni prima di Cristoforo Colombo?
E’ quanto si potrebbe clamorosamente dedurre da un mosaico romano esposto al Museo del Palazzo Massimo alle Terme di Roma. Infatti al secondo piano del museo, nella galleria dedicata agli affreschi, mosaici e stucchi del mondo classico, si può osservare un pavimento a mosaico risalente agli inizi del primo secolo dopo Cristo. La peculiarità di questo mosaico è dovuta alla presenza di un cesto di frutta dove partendo da sinistra sono riprodotti nell'ordine: fichi, mele cotogne, uva nera, melograni ed infine un frutto che, secondo le nostre conoscenze, non dovrebbe  essere lì, un ananas.

Un ananas in un mosaico dell'antica Roma?

Infatti l'Ananas comosus, la specie più diffusa, della famiglia delle Bromeliaceae fu visto per la prima volta nel 1493 da Cristoforo Colombo. Pertanto prima della scoperta dell'America la pianta dell'ananas era del tutto sconosciuta in Europa.
Può essere che in qualche modo gli antichi Romani siano approdati in America o che abbiano intrattenuto rapporti commerciali con popolazioni americane?

Il particolare dell'ananas nel cesto

L'ipotesi è senza dubbio molto suggestiva, tuttavia esistono altre spiegazioni, molto più prosaiche.
Infatti una  spiegazione plausibile è che l'ignoto artista autore del mosaico abbia voluto raffigurare una pigna di pino domestico (Pinus pinea), cercando di abbellirla con un ciuffo di foglie lanceolate ed ottenendo così un risultato del tutto singolare e fuorviante.
Un'altra possibilità è che in passato il mosaico sia stato sottoposto ad un restauro integrativo che ha portato all'introduzione di un clamoroso errore storico.
Infine c'è un'altra ipotesi, forse è la più probabile: ancora oggi l'ananas è coltivato in alcune regioni dell'Africa occidentale, pertanto è probabile che i Romani dell'era repubblicana, dopo le guerre puniche, possano essere entrati in contatto col frutto che così sarebbe stato conosciuto nel mondo occidentale anche prima della scoperta dell'America.
19/05/16

0 commenti: